© 2019 AiTeam. All Rights Reserved.  |  Created by SKETCHENCY

  • Facebook
  • LinkedIn - Black Circle
  • LinkedIn - Black Circle

RICORSO ALL'AUTORITA' DI VIGILANZA

Auditorium di Roma – 2° appalto : Ricorso presso l’Autorità di Vigilanza per denunciare carenze nel progetto.

Problematica : evidenziare all’Autorità di Vigilanza sia le problematiche relative all’impossibilità di poter valutare correttamente il progetto a base di gara per carenze progettuali, sia il fatto che veniva chiesta all'Impresa una vera e propria progettazione esecutiva (non disponibile negli atti di gara) invocando la “cantierizzazione” su un progetto, a volte, di massima.

Soluzione : In fase di udienza sono state evidenziate in modo puntuale, specifico e di facile comprensione alcune chiare e palesi carenze progettuali, ed solo dopo  che la Commissione dell'Autorità ha confermato tale evidenza si è passato agli aspetti più generali.

Note : a seguito di tale ricorso l’Autorità ha emesso la Determinazione n. 4/2001 riguardante “La progettazione dell’opera pubblica con particolare riferimento ai contenuti del progetto esecutivo” dove viene definito e chiarito il concetto di cantierizzazione “..La "cantierizzazione" e' un termine, ormai, di uso comune. Essa non puo' certo consistere nel completamento del progetto esecutivo il quale non deve, in base alle nuove norme, risultare tale da rendere necessari ulteriori livelli progettuali in senso proprio, ne' implicare attivita' progettuale destinata a colmare lacune eventualmente presenti nel progetto esecutivo, ma deve intendersi come produzione di quella documentazione che l'esecutore elabora per tradurre le indicazioni e scelte contenute nel progetto in istruzioni e piani operativi, cioe', l'attivita' propria dell'impresa che ha piena competenza nel determinare la organizzazione dei lavori.”